Diritti universali in un mondo liquido

 

TITOLO PROGETTO: "Diritti universali in un mondo liquido - Sensibilizzare le nuove generazioni nella società di oggi allo spirito critico di percezione dell'ambiguità dell'inconscio e dell'importanza della consapevolezza di percepire-conoscere ed approfondire i Diritti universali - Referente : prof.ssa Chiara Calanchi

 

RELATORE: Chiara Calanchi

E.mail: chiaracalanchi@gmail.com

TELEFONO: Liceo Medi Villafranca 045/902067

ILLUSTRAZIONE PROGETTO:

Il progetto intende stimolare, attraverso un dialogo interdisciplinare ed “incursioni” nel pensiero di sociologi, antropologi, psicanalisti e filosofi, la riflessione sulla complessità del mondo moderno per favorire un’adesione etica critica e consapevole agli ideali di un mondo in cui i Diritti Universali, rappresentati in prima istanza dal diritto alla libertà e all’uguaglianza, possano essere una risposta globale condivisibile. Sigmund Freud, in un celebre saggio, al termine “società” unisce emblematicamente il termine “disagio” per evidenziare la rinuncia degli esseri umani alla soddisfazione piena del desiderio inconscio in cambio di un senso di sicurezza oggi ampiamente disatteso; Massimo Recalcati, interprete dello psichiatra e filosofo J. Lacan, pone l’accento sulla necessità del recupero del limite in una società che offre, illusoriamente, la soddisfazione illimitata e perpetua di ogni desiderio; Amartya Sen, premio Nobel per l’economia nel 1998, rifiuta l’idea che libertà e democrazia siano valori negoziabili in nome dell’efficienza produttiva; Agnes Heller, filosofa ungherese, illumina le contraddizioni in Europa tra diritti di cittadinanza e l’universalismo dei diritti umani; Zigmunt Bauman, un grande pensatore contemporaneo, definisce “liquida” la modernità, per indicare un mondo ambiguo privo di coerenza, stabilità, direzione.  Ma se il nostro mondo globalizzato è liquido e dominato da insicurezza, contraddizioni, insoddisfazione e conferisce valore esclusivo alla produttività economica, che significato riveste la promozione di ideali universalmente validi? Possono i Diritti universali rappresentare l’orizzonte delle nuove generazioni, la guida verso un futuro complesso in cui tutti gli individui, a qualunque etnia essi appartengano, possano trovare piena realizzazione di sè? 

DEDICATO A QUALE TIPOLOGIA DI SCUOLA:
☐ INFANZIA
☐  PRIMARIA
☐ SECONDARIE I GRADO, 
X SECONDARIE DI II GRADO, 
☐  CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE

DUTATA INCONTRO: 1 ORA

PERIODO PREVISTO: II° Quadrimestre

ISCRIZIONE
Ad ogni scuola interessata a partecipare si chiede una iscrizione in modo da poter conoscere in anticipo il numero di studenti che saranno presenti.
Per iscriverti compila i form sottostanti, quindi pigia INVIA. Sarai ricontattato da un referente dell'organizzatore dell'evento